Prendersi cura di sè stessi: rinizia a vivere

Prendersi cura di sè stessi: rinizia a vivere

Capita troppo spesso di dare ampio spazio a relazioni o attività lavorative molto importanti per la nostra vita, che ci fanno mettere in secondo piano noi stessi. La frustrazione, la stanchezza e la mancanza di energie sono i principali segnali che ci fanno capire che qualcosa sta andando storto. Spesso arrivano dopo la fine di una relazione, la litigata con un amico, etc. Ho deciso di raccontare, nel primo articolo del blog, la mia esperienza, sperando possa esser un aiuto per persone che si trovano nella situazione in cui mi son trovato io. Prendersi cura di sé stessi è importante per poter vivere la vita più serenamente! Allora, sei pronto per iniziare a prenderti cura di te?

Cosa significa prendersi cura di sé stessi?

Sfatiamo il mito che prendersi cura di sé stessi significa essere egoisti. Prendersi cura di sé stessi vuol dire ascoltare i propri desideri e i propri bisogni; questo permetterà non solo di migliorare la qualità della nostra vita ma anche di affrontare meglio le relazioni sociali e lavorative.Pensare che prendersi cura di sé stessi sia da egoisti è un’idea completamente falsa, ciò non significa che dobbiamo metterci al primo posto mettendo da parte gli altri. Se si parte con quest’idea si rischia di compromettere seriamente il nostro benessere.

Dimenticarsi di sé stessi

Come già detto nelle righe precedenti, nella maggior parte dei casi, smettiamo di prenderci cura di noi stessi quando facciamo solamente sacrifici per gli altri. Il motivo è che pensiamo che l’unico modo per star bene sia quello di fare contenti partner, amici o familiari sperando di ricevere qualcosa indietro che nella maggior parte dei casi non arriverà mai. Spesso ciò avviene nelle relazioni di coppia. Questo potrebbe creare grossi problemi sia di tipo psicologico che di tipo fisico. Con questo comportamento, non saremo più felici con noi stessi e soprattutto non riusciremmo più a creare relazioni stabili e durature. Pensare solo ai bisogni altrui oltre a rubarti tempo, può generare ansia, frustrazione e scarsità di energia.

Ma come dovremmo prenderci cura di noi stessi?

Prendersi cura di sé stessi non è per nulla una facile, soprattutto per chi, ha passato lunghi periodi dando spazio agli altri o dipendendo da altre persone, senza mai aver tempo di potersi conoscere e capire di quali erano le proprie necessità. Il primo passo per il cambiamento è accettare lo sbaglio che abbiamo commesso, ovvero quello di non avere abbastanza tempo per dedicarci alla cura di noi stessi, alla cura del nostro corpo e per fare quello che più amiamo. Dopo aver preso coscienza di questo problema, il secondo passo è quello di chiedere aiuto a persone di cui vi fidate oppure a esperti. Parlare o affiancarvi a una persona che vi possa dare una mano è importante, soprattutto perché inizialmente potreste rischiare di sentirvi confusi o spersi, e prendersi cura di sé potrebbe risultare difficoltoso. Di seguito ecco alcuni concetti generali su come iniziare a prendersi cura di sé.

Rincomincia da te stesso

Metterti al primo posto sarà il primo passo per iniziare a prenderti cura di te stesso. Questo significa semplicemente riorganizzare la tua vita dando spazio a ciò che è realmente importante. Non consumare il tempo con cose inutili, cerca di capire davvero quali siano le cose importanti, e dà loro priorità. Nella vita c’è tempo per tutto, ma devi esser in grado di riorganizzare i tuoi impegni, capendo a cosa dare priorità. Ti consiglio, magari, di staccare la spina da tutto; di prenderti del tempo per stare da solo, in silenzio, per riflettere. Questo ti servirà per capire a cosa devi dare priorità. Una volta fatta una bella riflessione puoi utilizzare un’agenda per organizzare il tuo tempo.

Impara ad amare te stesso

Amare sé stessi è un passo fondamentale per avere cura di sé. Amare sé stessi vuol dire capire cosa ci fa stare bene, nel rispetto di sé stessi e degli altri. Inizia ad amare te stesso, impara a capire che sei una persona di valore e inizia a volerti bene. Amati così come sei, perché tutti abbiamo qualcosa di immensamente straordinario. Amare sé stessi non vuol dire concedersi tutto, non vuol dire andare a fare shopping, mangiare tutto quello che si vuole o rimanere legati a una persona che può far male. Tutto ciò che provoca assuefazione, dipendenza, dolore o emozioni negative, non è qualcosa che ci fa stare bene. Ciò non significa che bisogna evitare le emozioni negative, a volte per superare un dolore è necessario affrontarlo ed elaborarlo. A ogni modo, bisogna cercare di capire quali sono gli elementi tossici nella nostra vita, e cercare di eliminarli, e quali, invece, sono elaborazioni o processi positivi e cercare di coltivare questi ultimi. Datti valore, dai importanza agli eventi, alle persone che ti circondano e alle piccole cose belle che ti accadono ogni giorno, sono un valore aggiunto alla tua vita. Inizia a cambiare punto di vista per capire quanto vali.

Prenditi del tempo per te

Diciamo sempre sì a tutto e a tutti pur di non deludere qualcuno, anche se siamo stanchi o esausti. Ma così non facciamo altro che togliere del tempo a noi stessi. Per prendersi cura di sé stessi è importante ritagliare spazi di tempo. Come per ogni cosa ci vuole dedizione e tempo, ritaglia del tempo per te. Se vuoi amare te stesso devi anche imparare a saper dire di no, per esempio quando non vuoi uscire o non vuoi fare più ore in ufficio. Prendi del tempo per dare spazio alle tue necessità come ricaricare le tue energie, avere tempo per rilassarti o anche per non fare nulla. Bada bene che è molto importante che questi ritagli non debbano essere utilizzati per fare altre attività altrettanto stressanti.

Prenditi cura del tuo corpo

Una fase importante per prendersi cura di sé è quella di prendersi cura del proprio corpo: ciò non significa andare tutti i giorni da un’estetista o un parrucchiere per tenersi in ordine. Prendersi cura del proprio corpo significa rispettarlo e trattarlo bene facendo una buona dieta equilibrata, evitando abusi, facendo esercizio fisico e rallegrandoti. Per rispettare e trattare bene il tuo corpo puoi:

  • stimolare il tuo cervello con attività quali la lettura;
  • rinfrescare il tuo spirito, tenendoti in forma, ordinato e ben pettinato;
  • liberarti dalle emozioni: per evitare invece che si creino situazioni psicosomatiche. Cerca di non trattenere mai le emozioni dentro, ma al contrario liberatene: sfogati sempre, con chi vuoi ma fallo.

Tutto è collegato al nostro corpo, per questo se vuoi prenderti cura di te stesso devi amarti e rispettarti

Ascoltati

Prendersi cura di sé, significa anche ascoltarsi, capire i propri bisogni e le proprie necessità. Cerca sempre di fare ciò che senti, anche se a volte questo può non farti piacere, o per lo meno cerca di trovare un compromesso. Ascolta anche quella voce interiore che ti parla dei tuoi sogni e delle tue capacità. Non farti mai fermare da nessuno, fai sempre quello ciò che ti senti di fare.

Coltiva le relazioni

Nella nostra vita le relazioni sono imprescindibili, queste però devono essere fonte di amore, di esperienza e di appoggio. Devono essere fatte anche di avventure e di emozioni. Se vuoi realmente prenderti cura di te stesso, armati di pazienza ed elimina tutte quelle relazioni che ti fanno del male. Prenditi del tempo per superare il male che ti è stato inflitto. Per fare ciò devi elaborarlo e poi eliminarlo, prima lo fai meglio sarà per te. Se ignorerai sistematicamente il male, questo ritornerà e starai sempre peggio.

Goditi il momento

Durante la giornata ci capita spesso di ridere, di abbracciare un amico che non vediamo da tempo, oppure di dare un bacio alla nostra ragazza, ma non abbiamo il tempo per goderci questi attimi, perché magari abbiamo la testa altrove. Godersi il momento è un esercizio molto impegnativo, ma molto appagante per il nostro benessere. Pensiamo sempre al passato e al futuro senza mai godere del presente. Sarebbe opportuno fermarci qualche secondo durante la giornata per godere di una risata, di un abbraccio oppure di qualche bel messaggio. Assaporare i piccoli gesti, anche per pochi secondi, aiuterebbe a stare meglio e a concentrarsi sul presente.

Esercizi quotidiani per prenderti cura di te

Dopo averti dato degli incipit per iniziare a prenderti cura di te ecco alcuni semplici esercizi giornalieri che possono esserti di grande aiuto e che ti aiuteranno a cambiare il tuo punto di vista.

Organizza il luogo dove vivi e dove lavori

Tieni puliti, ordinati e sistemati i tuoi spazi affinché ti rappresentino. I luoghi sporchi, bui e disordinati a lungo andare possono crearti sensazioni di malessere.

Ridi

Concediti una risata ogni tanto, magari con gli amici, con i tuoi colleghi di lavoro o con i familiari. Ridere rende la tua giornata più allegra e spensierata.

Fai attività fisica

Fare movimento permette al nostro corpo di rilasciare le endorfine e di stare meglio; ciò non significa andare in palestra ogni giorno. Non fare attività fisica per dimagrire o per piacere agli altri, ma fallo per te, per star bene con te stesso e per metterti in forma.

Regalati una coccola

Cambia taglio di capelli, cura la barba, le sopracciglia, vai dall’estetista o concediti un bel massaggio. Ricorda che anche l’estetica ha bisogno della sua parte. Anche in questo, cura la tua estetica per sentirti ad agio con te stesso, non aver paura del pregiudizio degli altri.

Vivi ogni giorno un momento di silenzio

Prova durante la giornata a prenderti qualche minuto per stare in silenzio e staccare dal caos quotidiano, in modo da poterti rilassare. Gli esercizi di respirazione e di mindfulness possono esserti utili per riportare equilibrio e calmare la mente, ma potrebbe essere utile anche solo stare in silenzio con i tuoi pensieri.

Tieni un diario

La scrittura permette di esternare pensieri ed emozioni che sono difficili tirare fuori o raccontare. Tieni un diario per scrivere tutti i tuoi pensieri oppure ciò che hai fatto durante la giornata. Leggere in futuro ciò che hai scritto ora ti aiuterà prendere coscienza dei tuoi pensieri.

Cambia o decora qualche dettaglio della tua casa

Aggiungi ad esempio dei fiori al centro del tavolo, oppure cambia il colore delle pareti. Cambiare o decorare qualche dettaglio aiuta a farti sentire a tuo agio nell’ambiente in cui vivi.

Canta e balla finché ne hai voglia

Ballare o cantare sono attività che aiutano a scaricare la tensione, e hanno benefici positivi sulla memoria. Il ballo come tutte le attività fisiche permette il rilascio di endorfine. Fallo finché ne hai voglia!

Concentrati su quello che fai

Questo esercizio è importante per poter imparare a vivere l’attimo. Se non riesci a mantenere la concentrazione di consiglio di valutare il fatto di provare a cambiare qualcosa nella tua vita.

Ogni tanto alza gli occhi

Dallo schermo del pc, dai libri, dal cellulare o da qualsiasi cosa tu stia facendo. È importante staccare ogni tanto, alza lo sguardo e guardati intorno, oppure prenditi del tempo anche per non far nulla e per rilassarti; puoi andare a fare una passeggiata e osservare chi incontri, la natura e il paesaggio. Rimanere sempre occupati può far male. Impara a guardare oltre l’orizzonte, potrai vedere molto di più di quello che credi, però per far questo è necessario uscire dalla tua classica routine caotica e diventare ricettivo con il mondo.

Ricordati che nonostante ci siano gli altri a darti una mano, sarai voi quello che cambierà il tuo mondo. Spero di rivederti presto, e se avessi qualcosa da dirmi o da chiedermi, scrivimi pure, sono a tua completa disposizione. Alla prossima.

Bibliografia:

Follow my blog with Bloglovin

4 commenti su “Prendersi cura di sè stessi: rinizia a vivere

  1. Giuseppe hai spiegato con molta sensibilità l’argomento. Troppo spesso ci si lascia andare alla fine di un rapporto qualsiasi esso sia amoroso o lavorativo,perché per tutto il tempo in cui se ne è fatto parte si è stato un tutt’uno dimenticandosi di sé stessi. Dobbiamo invece ricordarci che siamo esseri unici con delle esigenze e con dei bisogni che non vanno mai messi da parte ma al massimo condivisi con gli altri. Ci sarebbe molto da dire …… Si potrebbe scrivere un libro di quelli veri e reali però. Mi fermo dicendo ai tuoi lettori di non dimenticarsi mai di sé stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto